Gli amici che mi hanno visitato

domenica 25 marzo 2012

Corro...ergo sum

Corro,quindi ci sono...esisto! 
In molti podisti pensiamo a questo,sia quando corriamo,ma anche dopo,quando le endorfine del benessere post-corsa invadendo il nostro corpo,ma soprattutto la nostra mente,ci regalano quelle magiche sensazioni emotive che solo la corsa(e lo sport in generale) sà dare,se poi ci sono i paesaggi naturali a fare da cornice alla nostra fatica,tutto diventa una sensazione indescrivibile di "libertà".
Premessa doverosa per descrivere la mia settimana podistica,conclusa con 78 km all'attivo,con una forma e delle sensazioni buone,anche se le gambe sono un pò affaticate,ma è normale.
Lo stimolo di presentarmi a dare il meglio per l'Elba è forte e questo mi aiuta molto,le due corse collinari (Domenica scorsa ed oggi) di 17 km e le sei uscite totali fatte in settimana con un lavoro di qualità,dovrebbero aiutarmi ad aumentare ulteriormente la mia capacità aerobica,oltre ad aver fatto un leggero potenziamento con pesi per il quadricipite ed esercizi cosiddetti core-stability,importanti per la prevenzione degli infortuni e per una corretta postura della corsa.
Il mio obiettivo finale è riuscire a stare sulle gambe per 5 giorni ad ottime velocità su percorsi collinari,ed ho un mese per riuscirci il meglio possibile,puntando ora ad acquisire un ottimo fondo a velocità media,per poi puntare maggiormente alla velocità,senza incorrere in esagerazioni che potrebbero far insorgere infortuni o complicazioni che possano compromettere la preparazione.
Ma quelli che corrono sanno che non è facile conoscere il limite e che tante volte ci facciamo prendere la mano...anzi le gambe.
Già..le gambe,ma non sono abbastanza quelle...il running lo corri con quelle ma lo pratichi con la testa ed il cuore....

Nel dettaglio i miei allenamenti svolti dal 18/3 al 25/3.
18/3   16km collinari a 4'52" di media   
19/3    12 km lento a 4'40"          + addominali,dorsali,flessioni
20/3    8 km rigeneranti a 4'57"
21/3   4km risc.+ ripetute 18x120mt. in salita+2,5 km a 4'21"+ defat.
22/3   14 km lento a 4'41"            + addominali,dorsali,flessioni e pesi per quadricipite
23/3   4 km risc.+9 km svelti a 4'16"+ defat.
24/3     riposo    (dalla corsa)          addominali,dorsali,flessioni e pesi leggeri per quadricipite
25/3    17 km collinari a 4'47"

Un pensiero al pallavolista Bovolenta che vittima di un malore è deceduto in campo,lascia la moglie e 4 figli !!!!! ,a loro và tutta la mia solidarietà.





venerdì 16 marzo 2012

Elba...Si comincia





Ed ora,dopo diverse mezze maratone(4 in un mese e mezzo),finalmente inizio a preparare il giro podistico dell'Elba,senza però dimenticare che sarà una vacanza-sport in quell'isola,che la cornice primaverile del mese di Maggio contribuisce a renderla magica.
Sono 5 tappe,per un totale di 60 km circa,con un sol giorno di riposo,4 delle 5 tappe sono collinari con molti saliscendi,l'ultima tappa,la più dura,una 19 km con 3,5km di salita continua al 6%,oltre al susseguirsi di saliscendi consecutivi,dura soprattutto perchè sarà corsa dopo che per 4 tappe si avrà dato quasi il massimo.
Ma anche la seconda non scherza con 3 salite di quasi un km all'8%,fondamentale sarà il saper dosare le forze e il saper suddividerle in tutte le 5 tappe.
Alla luce di tutto ciò,riveste,come sempre,una grande importanza,la scelta del tipo di allenamento,ed essendo alla mia prima esperienza di una corsa a tappe,ho"navigato" spesso in rete per cercare lumi e consigli sul da farsi.
Sicuramente inserirò degli allenamenti in salita,eh già...la salita,punto cardine dell'intero allenamento,che,a regime porterò a 2 settimanali,facendo 1gg. le ripetute da 1km con salita al 4-5% e l'altro un lento lungo collinare,alternato ad un medio collinare di  12-14km.
Poi farò un lento e,inserirò delle ripetute in pianura per tenere  le gambe sciolte.
Dovrò inserire anche un quinto allenamento più avanti per abituare il mio organismo alle 5 tappe,il tutto contornato da tanto stretching ed esercizi come addominali e dorsali e cercare di evitare infortuni che potrebbero pregiudicare il proseguimento della preparazione.
Quindi le bellissime,tranquille e dolci colline dell'Oltrepo Pavese saranno le mie fide compagne e,come al solito,quando devo preparare corse con all'interno delle salite,le vado a trovare.......


Ho a disposizione 7 settimane prima dell'inizio del giro,ma a fine Aprile farò 3 tappe in Toscana al giro degli Etruschi come "antipasto" delle corse a tappe,per vedere se la preparazione và per il verso giusto.
L'avventura nell'isola che fu l'esilio di Napoleone inizia,anzi è già iniziata......GO SAVE !!!


domenica 11 marzo 2012

RECORD (MA NON IL MIO)

Bellissima giornata di sole stamane a Colico per questa mezza(seconda edizione),senza vento e con un panorama stupendo lungo il lago di Como ed il fiume Adda,me la son proprio goduta,senza l'assillo del tempo,gustandomi solo il piacere della corsa allo stato puro,ottimo percorso,peccato per qualche lacuna dell'organizzazzione.
E' stata una mezza che alla fine ho deciso di correre per gran parte in compagnia di mia moglie per aiutarla a fare il suo personale,per cui,ho deciso dopo qualche km di aspettarla per "trainarla" verso il suo Pb.
Al termine il real time segnava 1h 55' 22" ed ha abbassato di 30" il suo record personale,per cui complimenti,ma può fare ancora meglio.
Lei non possiede tutto il tempo che ho io per allenarmi ma i suoi margini di miglioramento sono ancora tanti,ha sofferto negli ultimi 2-3 km "sporcando" il suo tempo,ma tanto di cappello ad una donna che cmq corre per 40 km settimanali e si allena alle 6,30 del mattino prima di andare in ufficio ed è alla sua ottava 21km in un anno!! e donne che corrono una mezza non sono tantissime,ed a tutte quante vanno i miei complimenti.
Eravamo in 4 del mio gruppo(Avis Pavia) e sono stati realizzati 3 primati personali,oltre a mia moglie Stefania,Stefano 1h32' e Fabio 1h 39'.
Correndo nelle retrovie mi ha "colpito" il fatto di scorgere nei volti di quelle tante persone,la fatica,la sofferenza ma anche la grande volontà di chi,seppur non allenatissimo,vuol comunque essere partecipe di una prova umana di tutto rispetto come la mezza maratona,che per loro significa una vittoria,una grande vittoria,in quanto ottenuta con spirito di sacrificio e tanto,tanto sudore ed a loro vanno i miei complimenti,corrono senza guardare il cronometro ma seguendo solo le loro sensazioni,corrono,arrancano,respirano forte,si affannano....ma difficilmente si fermano ed alla fine ce la fanno !!!!
E' il puro piacere dello sport vissuto senza patemi d'animo,con la gioia di poterlo fare.......continuate così,sempre,ovunque e comunque perchè in ogni caso voi..... CORRETE!!!

lunedì 5 marzo 2012

SCARICO !!

Settimana di scarico in vista della mezza di Colico Domenica 11/03 sul lago di Como.
In programma ho domani un 4-5x1000 a velocità gara(4'20")  e Giovedì un lento di 10km a 4'45" con degli allunghi (5 x100metri),le sensazioni non sono ottimali in quanto è la terza mezza maratona in 4 settimane,la stanchezza nelle gambe è presente per cui non forzerò e spero di farla ad una media di 4'25"/km circa e godermi un pochettino il panorama del posto.
Ad oggi siamo iscritti solo in 270,la concomitanza con la mezza del lago maggiore,influisce senz'altro sul numero d'iscrizione finale.
Con questa mezza concludo la prima parte della stagione,dopo si comincia la seconda parte...e cioè la preparazione per la corsa a tappe dell'isola d'Elba(dal 13/05 al 20/05/2012 e del giro degli Etruschi (dal 29/04 al 01/05/2012) e che rappresenta il clou della mia stagione e vorrei arrivare in perfetta forma a questi appuntamenti,inoltre il poter coniugare lo Sport ed il turismo è una cosa che mi affascina molto,soprattutto se fatto in compagnia di mia moglie(podista anche Lei) nella natura,come il sottotitolo del mio Blog lascia pensare......


domenica 4 marzo 2012

CIAO

Salve,eccomi anch'io come molti di Voi a raccontare le mie esperienze e vicissitudini del mio mondo nella corsa,in questo Blog come se fosse un diario "pubblico" scrivendo e cercando di portare un modesto ma,spero utile contributo alla causa,descrivendo le cronache delle gare,i vari tipi di allenamento,il tipo di alimentazione nonchè le emozioni e le paure.
E poi potrebbe essere un modo di conoscere i tanti podisti che come me praticano questo sport.......magari invogliando chi non lo fà a scoprire le magiche sensazioni che si provano.