Gli amici che mi hanno visitato

domenica 22 luglio 2012

21 OTTOBRE 2012...LA MIA PRIMA




Come si dice,c'è sempre una prima volta...anche nel running è così,quindi rompendo gli indugi mi appresto ad effettuare,o meglio preparare,la regina delle corse,la corsa di Filippide,quella corsa in cui,forse il più grande avversario sei tu,quella corsa che prima delle gambe dev'essere preparata con la testa,quella corsa che,come disse Zatopek(grandissimo maratoneta)"se vuoi vivere un altra vita corri la Maratona".
Ebbene,proviamola! ho sempre pensato di avere quel limite,alla paura di infortuni,all'impegno ed allo stress fisico che comporta questa specialità,ma grazie al potere della mente,che fin'ora mi ha sempre frenato,oltre alla determinazione ed all'istinto,voglio toccare e passare quel limite,è quasi una sfida con me stesso,alla ricerca di nuovi stimoli,nuove sfide,abbattendo certi paletti.
La testa,che è la nostra centralina,mi dice che posso farla,ora pensiamo alla parte "meccanica"....le gambe.
Seguendo la logica,sarebbe meglio correre la prima maratona in piano,ma...contravvenendo a questa logica,al contorno di palazzi o grattacieli  preferisco il paesaggio autunnale delle colline del Chianti,al grigio asfalto,preferisco calpestare lo sterrato Toscano,ai marciapiedi,ai lati della strada preferisco avere l'erba,i vigneti od il terreno arato dei campi e non m'importa se la fatica sarà maggiore,se le gambe saranno chiamate ad una maggior tenuta fisica per i continui saliscendi per un totale di 1000mt. di dislivello in 42 km,è una ecomaratona e ho sempre considerato l'ambiente dove corri,la terza gamba od il tuo secondo cuore!
La preparazione è di fatto già iniziata,in quanto ho cominciato già da qualche settimana ad allungare,provando ad ascoltare il mio corpo.
I 31 km collinari con 1100mt. di dislivello di stamane sono il terzo lungo consecutivo dopo i due 27 km(sempre collinari) delle scorse Domeniche,cercando di cominciare a far digerire al mio fisico,le lunghe distanze corse in ambiente collinare,in attesa dei famosi 3 lunghissimi che correrò a Settembre.
Quindi non parto proprio da zero,anche se corro una maratona collinare prima ancora di quella in piano non sono proprio un incosciente del tutto.
 Ho già inserito da tempo esercizi di potenziamento per i piedi,oltre che ai soliti esercizi cosiddetti di "core stability" e potenziamento per addominali,dorsali,numerose flessioni ed esercizi per i glutei,importanti nelle salite,oltre agli squat che insieme alle salite stanno potenziando i miei quadricipiti.
I km settimanali sono da diverso tempo aumentati,così come le uscite giornaliere rispetto ai miei target soliti,inoltre,cosa importantissima,è da marzo che mi alleno frequentemente in percorsi collinari.
Per cui trovo i tempi maturi per una nuova esperienza.
Per il calcio gli spettatori hanno gli stadi per assistere allo spettacolo,noi abbiamo il running per assistere ad uno spettacolo molto più bello..QUELLO DELLA NATURA !!
GO SAVE !!!!

nel dettaglio la settimana:
Lunedì: 10 km rigeneranti a 5'05"  + esercizi per piedi e potenz. generale
Martedì: 10 km di trail lenti con 400mt. dislivello  + esercizi generali di potenz.
mercoledì:11 km con 4x 1500 a 4'02" e 3x 100 sprint in salita
Giovedì:  mattino 11 km di cui 8x100 sprint in salita
Pomeriggio  8 km lenti a 4'45"
Venerdì:  esercizi totali di potenz. + esercizi per piedi
Sabato:   riposo
Domenica: Trail di 31 km totali in 2 h 55' con 1060 mt. dislivello

totale 81 km

Nessun commento:

Posta un commento