Gli amici che mi hanno visitato

domenica 2 settembre 2012

FINALMENTE GARA...

Dopo 2 mesi d'inattività agonistica,periodo nel quale mi sono immerso totalmente nella preparazione e nel potenziamento di quella che sarà la mia prima Maratona,stamattina ho gareggiato nella cittadina della battaglia delle arance,Ivrea(TO),una suggestiva quanto bellisssima corsa chiamata dei 5 laghi,tra i boschi e le colline moreniche del Canavesano dove si trovano appunto i 5 laghi che danno il nome alla manifestazione.
Il tempo,fresco ma senza vento o pioggia,ha assistito i 700 podisti che sin sono sfidati per i saliscendi che si snodavano a nord di Ivrea.
Per me la gara non aveva particolare valenza,infatti sono arrivato ad Ivrea senza una parvenza di scarico,con i miei soliti 5 allenamenti,di cui 1 di qualità e due fatti a velocità "allegra",la cosiddetta corsa lenta veloce o medio lento che dir si voglia, 71 km nel totale della settimana,contro una media del periodo di 79.
M'interessava solo cercare un pò di velocità nelle gambe, un pò legnose,a causa della dura preparazione svolta sin'ora in collina,per cui ho corso alternando tratti veloci ad altri più lenti,allietato da paesaggi totalmente immersi nella natura con passagi stupendi nei sentieri boschivi vicino ai 5 laghi,inoltre è stato molto piacevole ricevere l'incitamento delle varie persone,giovani e non che al passaggio nei loro paesi,offrivano un loro supporto alle nostre fatiche,purtroppo nelle corse è facile anche incontrare automobilisti impazienti che mandano accidenti,ma stamattina non è stato così,grazie mille agli Eporediesi(ho imparato che si chiamano così gli abitanti di Ivrea)
Gli oltre 24km con quasi 500mt. di dislivello corsi a 4'51" di media corsi al 90% della mia soglia,mi lasciano si soddisfatto ma non troppo,ad inizio gara faticavo a trovare un certo ritmo,ma non posso pretendere di più in questo momento della preparazione.
Sento di essere diventato un diesel,ma il finale in crescendo mi lascia buone sensazioni in ottica Ecomaratona.
Essendo ora entrato nella fase più specifica della preparazione,devo trovare una buon compromesso tra brillantezza e resistenza.
Le corse in collina da ora in avanti le riserverò solo per i 2 lunghissimi che mi mancano,cercando nelle mezze che ho deciso di correre in piano,un pò di velocità,senza mai dare il massimo in modo da poter correre decentemente i 2 lunghissimi che rimangono e che sono l'allenamento cardine della preparazione.
Per la cronaca ho terminato al 33mo posto di categoria su 110 podisti.
Ora scarichiamo in settimana perchè il lungo collinare di Sabato o Domenica da 35km. mi preoccupa un pò.

nel dettaglio la settimana

Lunedì: 11km a 4'35"  +5x100 allunghi+ esercizi potenz.+esercizi piedi
Martedì: riposo
Mercoledì:  1 km lento+2 km medio a 4'24"+ 10km fartlek(1'30" forte-1'piano) media 4'21" +1km defatic.  tot.14 km
Giovedì: 11 km a 4'37"  + 5x100 allunghi+esercizi potenz.
Venerdì: 11 km a 4'43"+esercizi potenz
Sabato: riposo
Domenica: 24,4km a Ivrea in 1h58'34" 490mt.dislivello.

totale 71 km


4 commenti:

  1. Perfetto, le cinque sedute settimanali, anche per me, sono l'ideale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe,anche per me sono l'ideale ma in certi periodi preferisco effettuarne quattro.

      Elimina
  2. E' normale che prima o poi le priorità cambiano, specie se si tratta di famiglia, lavoro e quindi mancanza di tempo.
    Fino a tre sedute mi accontento ugualmente ma solo con sapiente distribuzione dei carichi.

    RispondiElimina