Gli amici che mi hanno visitato

domenica 30 giugno 2013

VAL DI FASSA RUNNING 2013

Eccomi quindi di ritorno dalle Dolomiti dopo aver concluso

quell'affascinante quanto durissima corsa a tappe che è la Val di Fassa

Running.

Un giro dove l'impegno e le forze da mettere in campo sono tutt'altro che

indifferenti ma ciò non ha impedito a numerosi podisti di partecipare

all'evento e per l'organizzazzione è stato un successo.

Il richiamo degli appassionati delle corse in montagna in scenari da cinema

come quelli Dolomitici è stato più forte degli imprevisti causati dall'abbondante nevicata all'Alpe Lusia che ha rischiato di compromettere lo svolgimento dell'ultima tappa.

Una settimana col trinomio sport/vacanza/salute predominante come è giusto

che sia per questo tipo di corse,il poter coniugare l'attività fisica col

piacere del contatto con la natura è una di quelle cose che mi fanno

sentire,come penso tanti,bene nell'animo e nello spirito,con una sorte di

positiva autostima che subentra quando sei in ogni caso soddisfatto di

avercela fatta ed assaporato quanto avresti voluto alla vigilia.

Al via domenica scorsa da Alba di Canazei,alla prima tappa l'emozione era altissima,sapevo che

questo giro sarebbe stato probabilmente una delle prove più dure,se non la più dura,da quando

corro,certe pendenze in cinque giorni non le ho mai fatte neanche per

metà,sapevo che dovevo gestire le mie forze,inoltre non sapevo come avrebbe

potuto reagire il mio fisico a cinque gare in sei giorni in montagna per cui

era d'obbligo partire calmo ed all'arrivo ero contento di non aver spinto al

massimo e dopo circa 5km di salita ed altrettanti di discesa termino 22mo di

categoria.

Il Lunedì avrebbe dovuto esserci la seconda tappa ma la numerosa neve

presente in quota ha fatto desistere gli organizzatori dal correrla

rimandandola al giorno di riposo che avremmo dovuto fare il mercoledì,di

conseguenza ci siamo trovati "obbligati" a correre quattro tappe

consecutive.

Il Martedì seconda tappa a Campestrin,la peggiore per quanto mi riguarda con una gestione ed un

approccio sbagliato in quanto partito troppo forte ho annaspato entrando

completamente in crisi negli ultimi km e perdendo così diverso tempo...che mi serva

da lezione ho pensato,ma avevo qualche piccola preoccupazione che mi

mancassero delle forze per poter terminare il giro.

Il Mercoledì terza tappa a Campitello di Fassa,con un muro del 25% di un km e mezzo oltre ai 3km

precedenti all 8% circa,stavolta gestisco bene le mie forze,seguendo il mio

cardio cercando di non oltrepassare,a parte dei brevi periodi i miei battiti

di impegno medio (144-147max) per non incorrere nell'errore del giorno prima e

così è stato,giungo al traguardo in buono stato, la crisi del giorno prima

era ormai un ricordo.

Il Giovedì quarta tappa a Soraga di Fassa,la più lunga,oltre 14km con salita continua di

3,5km,poi 3-4km di falso piano e discesa bellissima,ottima gestione delle

forze,tappa stupenda con panorami incantevoli a far da cornice ed arrivo

sentendomi che avrei potuto dare di più ma...visto quello che ci aspettava

il giorno dopo andava bene così.

Ed arriva il giorno dell'ultima tappa,anzi il tappone con partenza da Moena ed arrivo all'Alpe Lusia,12km con 1000 metri di

dislivello ed arrivo in quota,non c'è discesa per poter rifiatare.

I 40 cm scesi nella notte in cima all'Alpe Lusia costringono gli

organizzatori a tagliare un sentiero ritenuto pericoloso per la troppa neve

col risultato di accorciare il percorso dai 12 km previsti ai circa 10,il

dislivello però non cambia.

10km di salita praticamente continua,lunga ed estenuante...ma è l'ultima

fatica.

Gli ultimi tre chilometri erano affascinanti e lugubri nello stesso tempo.

Una fitta nebbia era calata, man mano che si saliva la neve diventava

sempre più spessa con un passaggio molto suggestivo tra i resti di una

slavina,due muri di neve alti tre metri, che incutevano paura ed

avvicinandosi all'arrivo il terreno era ormai totalmente "saponato"con

problemi di stabilità.

Ma ecco sentire le voci dello speaker,non si vede nulla,le nuvole basse

impediscono di vedere più in là di 50-60 metri,quando un colore rosso appare

quasi improvvisamente,era il gonfiabile dell'organizzazzione che segnava che

le nostre fatiche erano giunte al termine e con enorme soddisfazione lo

passo.
 Qui su Garmin Connect  i vari dati delle cinque tappe.

Per la cronaca termino 87^ assoluto nella classifica maschile sui circa 300

podisti e 21^ di categoria.

Stefania và oltre le più rosee aspettative ed arriva quarta di categoria  su

22 iniziali  riuscendo ad essere anche premiata.

Ho dato tutto quanto avevo,sapevo che avrei sofferto le

ripide salite,quelle insomma che si camminano in quanto la velocità del miopasso in

mia camminata è inferiore a molti Stambecchi umani montanari a loro agio su

simili salite.

La stanchezza ora ha preso il sopravvento,assecondiamo il riposo e gioiamo

per quanto sofferto,ammirato e,nel nostro piccolo,conquistato.


calano le tenebre al nostro passaggio

mancano solo il lupi!!

mercoledì 19 giugno 2013

ORMAI CI SIAMO

Questi ultimi giorni sono stati un pò frenetici e preoccupanti per me,lo spettro della rinuncia al partecipare alla Val di Fassa Running è aleggiato nei miei pensieri,fantasmi non ben precisati hanno "minato" la mia partecipazione ad un evento presente nei pensieri degli amanti della corsa in montagna.

Come mai? Dopo la gara del Monte Zovo sono piombato in una stanchezza profonda,complice anche il gran caldo,ma è un'altra la tegola che mi ha tolto il sonno.

Certificato medico in scadenza,mi reco al centro medicina dello sport di Pavia,effettuo il Conconi con velocità fino ai 18km/h....Mizzega manco nelle ripetute raggiungo quelle velocità,tutto bene ma nel recupero appaiono nel tracciato delle extrasistole,la Dottoressa esclama:non preoccuparti... overtraining o mancanza di sali ma per precauzione mi prescrive un Ecocolordoppler ed un Holter a 24 ore ed una integrazione di sali con tre bustine al gg.

Quei fantasmi cui parlavo prima sono apparsi improvvisamente nella mia testa: sarò malato,sono stanchissimo è vero ma se son malato non potrò più correre e se non corro mi deprimo,mille pensieri negativi accentuavano il mio già basso morale per la precedente sopraggiunta stanchezza,avevo una paura matta che il mio caro buon cuore avesse detto "ora basta".

Effettuo l'Eco subito il giorno dopo,senza aver chiuso occhio quella notte,tutto bene anzi benissimo cuore perfetto e nessuna anomalia tanto è vero che la conclusione scritta del Cardiologo è  stata :cuore d'atleta.

Ma è l'Holter che è più importante e lo farò tre gg. dopo,tre gg. passati con ansia e preoccupazione.

Esito arrivato ed è tutto a posto,anzi a postissimo,nessuna sofferenza tachicardia o aritmica o altre disfunzioni cardiache,cuore perfettamente in salute anche e soprattutto nella fase dell'allenamento con inserite delle ripetute.

La Dottoressa stabilisce che ero carente in sali durante il test e che l'integrazione fatta prima dell'Holter ha regolarizzato il ritmo cardiaco facendo scomparire quelle extrasistole.

Inoltre ho voluto fare anche gli esami del sangue inserendo quei valori che potrebbero dare dei segnali per un possibile overtraining e cioè il Cortisolo(ormone dello stress) il Cpk,il ferro,l'Emocromo ed i Minerali.

Tutto assolutamente nella norma...quindi in teoria non sarei neanche in sovrallenamento ed avrei recuperato anche le forze.

Lo so,mi son preoccupato per niente,nonostante la Dottoressa mi avesse detto sin dall'inizio che non era nulla di preoccupante io non ci credevo e non accettavo anche solo il fatto che c'erano dubbi,ora fugati dagli esiti di questi esami.

Ora posso concentrarmi a vivere una di quelle esperienze che potrebbe essere tra le più belle della mia vita podistica,immerso nel cuore delle Dolomiti,cinque tappe con sensazioni ed emozioni che solo quei posti possono dare e,come si suol dire...vada come vada,io ci sarò!

VAL DI FASSA ARRIVO!!




domenica 9 giugno 2013

DALLA VAL TROMPIA ALLA VALSABBIA

Con la gara di stamane si chiude un periodo di quindici giorni che mi lascia sfinito.
E' stato un carico finalizzato a mettere salite,km ed anche un pò di velocità "media" nelle gambe in vista della Val Di Fassa Running.
La gara;  "Il giro Monte Zovo",18km con quasi 1000mt.D+ nella bellissima Valsabbia,poco lontano dalla precedente trasferta di Domenica scorsa in Valtrompia,sempre nelle Prealpi Bresciane.
Una gara corsa con molta fatica nelle gambe,la gara di Domenica scorsa al Monte Guglielmo,oltre agli allenamenti (sei uscite) effettuati in settimana hanno lasciato il segno e non poteva essere altrimenti.
Gli ultimi km sono stati un autentica sofferenza,ogni strappetto era come se fosse l'Everest da scalare,le gambe gridavano aiuto e sembrava avessero delle zavorre ai piedi,la testa avrebbe voluto mollare del tutto,ma quando corro in posti del genere tra boschi e sottoboschi,colline e prati verdi piuttosto arrivo al traguardo sui gomiti; Il paesaggio,la mia terza gamba,mi ha aiutato intervenendo a supporto delle due "naturali" che erano sfinite. 

Impeccabile l'organizzazzione con numerosi ristori,soprattutto quello post-corsa con una varietà di prodotti della valle,oltre ai classici formaggi e diverse qualità di Miele anche numerose torte tra cui crostate,torte alle mele e biscotti fatti in casa,il tutto con solo 10€ d'iscrizione alla gara.

In settimana avevo corso anche due sedute a quel ritmo che è quello che si dovrebbe tenere,o perlomeno cercare di tenere nelle corse a tappe; Il medio...basandomi sulla frequenza cardiaca in quanto le andature in corse con dislivelli non sono indicative.
Ora farò un progressivo scarico recuperando energie fisiche ma anche psichiche,si perchè comincio ad avere una certa saturazione alla salita non solo nelle gambe ma anche nella testa.




Nel dettaglio la settimana:

Lunedì: 2km FL+ 9km Fondo Medio 4'29"+def. tot=12km
Martedì: 9km rigeneranti a 5'02"+esercizi
Mercoledì: 2km Fl+F.medio 9km a 4'26" tot.11 km+esercizi
Giovedì: 11km rigeneranti a 4'55"
Venerdì: 8 km a 4'45+esercizi
Sabato:
Domenica:Gara a Pertica Bassa(BS) giro monte Zovo 18km 974D+ in 1h 56'22"

Totale: 70km


domenica 2 giugno 2013

UNA MEZZA "RAMPICANTE"

SONO APPENA TORNATO DALLA VAL TROMPIA BRESCIANA,DOVE STAMANE HO CORSO UNA GARA DI CORSA IN MONTAGNA FACENTE PARTE DI UN TRITTICO MOLTO "SENTITO" DA QUELLE PARTI,IL  GIR DELLE MALGHE.
LA CORSA PREVEDEVA LA PARTENZA E L'ARRIVO A CAREGNO VAL TROMPIA A QUOTA 1000 MT. DOPO
foto dell'anno scorso
AVER SCALATO IL MONTE GUGLIELMO A QUOTA 2000,MONTE SIMBOLO DELLA VALLE.

SOTTOLINEO SCALATO IN QUANTO L'ULTIMO KM PREVEDEVA IL PASSAGGIO DA QUOTA 1549 MT. A 1911 QUINDI 362 MT. DI DISLIVELLO CON UNA PERCENTUALE MEDIA DI SALITA DEL 36,2%!!!
IN DIVERSI PUNTI ABBIAMO DOVUTO USARE LE MANI PER SALIRE FRA LE ROCCE DI QUEL SENTIERO CHIAMATO,E NON POTEVA ESSERE ALTRIMENTI "IL SENTIERO DELLE CAPRE".....22 MINUTI IL TEMPO IMPIEGATO PER QUEL KM.
UNA VOLTA ARRIVATI IN CIMA LO SPETTACOLO SOTTO I NOSTRI OCCHI RIPAGAVA TUTTA LA FATICA FATTA,SOTTO DI NOI IL LAGO D'ISEO APPARIVA MAESTOSO IN TUTTA LA SUA BELLEZZA E SULLO SFONDO LA CATENA DELLE ALPI FACEVA DA CONTORNO A QUESTO SPETTACOLO NATURALE DA CARTOLINA,IMPOSSIBILE NON FERMARSI PER AMMIRARLO.
E' STATO UN OTTIMO ALLENAMENTO,LE PENDENZE IN MOLTI TRATTI ARRIVAVANO AL 15%, TUTTA LA PENDENZA PRATICAMENTE ERA TRA IL QUINTO ED IL DODICESIMO KM.
NELLA DISCESA,MOLTO TECNICA HO PREFERITO RALLENTARE MOLTO PER NON RISCHIARE LA MIA INCOLUMITA' FISICA,IL TRENTINO NON E' LONTANO...
DOPO SABATO E DOMENICA SCORSI CORSI IN COLLINA, LUNEDI' UN FONDO MEDIO/VELOCE,MERCOLEDI'

UN MEDIO E GIOVEDI' UNA CORSA SVELTA HANNO CONTRIBUITO A STRESSARE UN PO' LE MIE GAMBE ED IL MIO FISICO,OLTRE AI MIEI SOLITI ESERCIZI DI POTENZIAMENTO,PER QUESTO AVEVO UN PO' DI TIMORE PER QUESTA GARA,AFFRONTATA COME ALLENAMENTO PER "SAGGIARE"
LA MIA TENUTA FISICA ATTUALE E DI QUESTO SONO ABBASTANZA SODDISFATTO. DOMANI AVREI IN PROGRAMMA UN MEDIO E DOMENICA PROSSIMA UN'ALTRA GARA IN MONTAGNA,SEMPRE NEL BRESCIANO,QUESTA VOLTA IN VALSABBIA:IL GIRO DEL MONTE ZOVO,LA PREPARAZIONE PER LA VAL DI FASSA RUNNING CONTINUA...





NEL DETTAGLIO LA SETTIMANA:

LUNEDI': 2,2KM FL+10KM A 4'20" TOT.12,2KM +ESERCIZI
MARTEDI':40'ESERCIZI
MERCOLEDI':2KM FL+8KM A 4'29"+2KM A 4'34"+DEF. TOT.13KM
GIOVEDI':7 KM A 4'35"+ESERCIZI
VENERDI':7KM A 4'45"+ESERCIZI
SABATO:
DOMENICA:GARA "GIR DELLE MALGHE" 20KM IN 2H 28'29" 7'16"/KM 1133D+

TOTALE:59KM