Gli amici che mi hanno visitato

domenica 25 agosto 2013

LAVORI E CORSA 4...

In un Post di un paio di settimane fà scrivevo di un percorso trail molto accidentato scelto apposta per simulare in allenamento quello che troverò nelle Cinqueterre,disseminato di pietre e radici che potrebbero rivelarsi delle trappole,beh ...(me la son lanciata!) in una di queste ci son finito dentro trovandomi in una frazione di secondo disteso a terra a pancia in giù.
Escoriazioni al ginocchio e gomito sinistro ed una ferita al palmo della mano destra,ma era il polso a preoccuparmi in quanto era tumefatto e dolorante,per fortuna mancava meno di un km al termine dell’allenamento ed ho potuto camminare fino alla macchina senza troppi problemi, tranne che per le ferite sporche di terra ed un certo senso di smarrimento.
Giunto alla macchina il polso era gonfio,abbiamo cercato due legni per poterlo steccare in qualche modo e legarlo con la mia bandana,oltre che pulire in qualche maniera le ferite con le borracce che avevo in macchina contenenti acqua e integratori per il recupero in quanto quella dello zainetto era terminata.
Doccia veloce e via al pronto soccorso più vicino( Varzi...45 minuti di auto!),per fortuna l’attesa non si è rivelata lunga e la visita ortopedica con lastre non ha constatato nessuna rottura ma “solo” una forte distorsione con 20 gg. di prognosi, l’applicazione di un tutore che tenga fermo ed inamovibile il polso e la prescrizione di antidolorifici in quanto il dolore non mi dava tregua.
La ferita al palmo della mano è stata considerata brutta ed estesa per cui lunga disinfezione della parte ed iniezione antitetanica,oltre ad una iniezione di Immunoglobuline per coprire le ferite riportate in quanto il vaccino ha non ha effetto immediato e copre solo eventuali ferite future.
Non è certo la prima volta che cado nei trail,se ben ricordo è la quarta ed ho sempre messo in preventivo anche cose peggiori di quelle accadute giovedì,ma sono certo che queste paure non mi hanno frenato prima e non mi freneranno dal proseguire e preferire questo tipo di corsa,sono sempre stato consapevole dei rischi in cui incorro,amo il trail ed accetto di conseguenza questi incidenti senza proclami alla sfortuna,maledizioni varie o imprecazioni di  sorta,la corsa in natura è questa..o si cambia sport o si accettano le possibili conseguenze.
La caduta è arrivata dopo 24 km ed oltre tre ore di corsa con quasi 1300 D+ che rappresentano il mio max dislivello compiuto e su terreno bruttissimo inciampando in una pietra,le gambe (stanche) non hanno avuto la reattività e la forza di tenermi in piedi,punto e basta.
Meglio il polso anzichè  un piede o una gamba,inoltre i lavori di casa per fortuna erano terminati e l’allenamento mi ha lasciato comunque ottime sensazioni e quelli seguenti non hanno subìto nessuno stop, per cui guardo il bicchiere mezzo pieno e vado avanti.
Termino così, poco più di tre settimane di carico sostenuto sia in km(223) che in dislivello con il Garmin che ha registato oltre 5000 D+ in totale in quanto molte uscite hanno avuto un minimo dislivello di almeno 100 D+ neanche menzionate nei miei dettagli della settimana.
Comunque in generale sono stati allenamenti che mi hanno soddisfatto in pieno ed ora inizierò un progressivo scarico che mi accompagnera’, insieme al mio tutore al polso e ad un dolore al costato sinistro,alla prima gara in programma l’8 Settembre in Liguria.
 
 
Nel dettaglio la settimana
 
Lunedì:escursione al monte Lesima di 4km con 330 D+
Martedì: 11km a 4’48” 185 D+
Mercoledì: 40’ esercizi
Giovedì:Trail lungo collinare risc.+24,2 km media 7’41” e 1285 D+tot.26km
Venerdì:8 km rigenerante a 4’59”+esercizi
Sabato: fondo lento 14km a 4’43”+esercizi
Domenica:risc+fartlek Coll.1’+1’ rec.3’+ 5x300 a 3’52”+defatic. tot.14 km
287 D+
 
Totale: 77 km

9 commenti:

  1. Beh, direi che hai simulato appieno! Anzi ora sei addirittura vaccinato!

    RispondiElimina
  2. Vaccinato! Per cui posso cadere tranquillamente da ora in avanti :-))
    Comunque ho imparato che è opportuno inserire nello zainetto un piccolo kit di pronto soccorso.

    RispondiElimina
  3. Mannaggia Saverio, è comunque andata ancora bene dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco,mi ritengo comunque fortunato,la caduta è stata su una pietraia in discesa e comunque ero alla fine dell'allenamento,inoltre sono a casa in malattia dal lavoro ma col tutore posso correre tranquillamente per cui...non tutto il male vien per nuocere eh eh eh..
      Tu come stai?

      Elimina
    2. Tutto bene grazie, venerdì parto per 8 giorni in val di fassa... domenica Marcialonga.

      Elimina
    3. Era nei miei programmi ma il richiamo del trail era più forte..:-)) buona corsa/vacanza.

      Elimina
  4. Uè Savè che mi fai leggere!!! Meno male che non è successo nulla di grave (ed ultimamente di braccia rotte ne so qualcosa...). Cmq adesso sei allenato per/ad ogni evenienza.
    Buone corse e soprattutto buona ripesa.

    RispondiElimina
  5. Ciao,incidenti di percorso...come ho scritto nel post,ero conscio del fatto che sarebbe potuto accadere,questa disciplina ha i suoi rischi,comunque col mio tutore posso correre ugualmente..
    A Proposito il braccio di Tua moglie come và?

    RispondiElimina
  6. Manco gli infortuni ti fermano!
    Il braccio di mia moglie credo che vada meglio, domani abbiamo la visita di controllo e forse le tolgono il gesso, cmq hanno già detto che ci saranno ancora un paio di settimane di fastidio/dolore. Grazie per l'interessamento.

    RispondiElimina