Gli amici che mi hanno visitato

domenica 15 dicembre 2013

SI TORNA IN TOSCANA


Dopo le ultime fatiche di Domenica scorsa(e non erano poche) la stanchezza è apparsa inevitabilmente questa settimana,per cui ho deciso di ridurre km e qualità,le gambe hanno cominciato a girare
due suggestive immagini delle vellutate colline della Val D'Orcia

decentemente solo Venerdí,ho assecondato senza forzare il recupero del mio fisico non più giovanissimo,era doveroso permetterglielo.
Tre dei cinque allenamenti ho preferito effettuarli sul Tapies roulant, per alleviare maggiormente i miei DOMS muscolari rispetto alla corsa su asfalto,inoltre devo ammettere che in questa stagione amo correre ogni tanto sul treadmill,soprattutto i rigeneranti,assecondando a volte la mia pigrizia nel prendere l'impegno dell'uscita.
49 Km totali e solo una seduta di qualità,quella odierna dove ho avuto sensazioni di buona ripresa.
Ho optato per un fondo veloce molto variato con diverse velocità(velocità media,allunghi di 600-800 metri veloci con recupero a ritmo  medio,fondo velocissimo con recupero svelto e terminando con gli ultimi 3,5 km costanti a 4'03")questo è un tipo di allenamento molto importante in funzione delle gare trail o collinari in quanto sono presenti molti cambi di velocità e di ritmo,al termine la media di 4'10" per 11,5km mi ha soddisfatto,nonostante dei piccoli doms ancora presenti nei quadricipiti.
La mia attenzione volge ora all'Ecomezza della Val D'Orcia il 26/12/13 a Pienza (SI) che rappresenta quasi un appuntamento fisso nel mio panorama podistico,per questo appuntamento più che allenamenti collinari ho bisogno di qualche seduta per velocizzare le gambe in quanto le salite sono quasi tutte corribili.
E' la quarta volta che sarò presente,pur non essendo un trail è comunque una corsa senza asfalto,che ho trovato sempre affascinante a cominciare dal luogo in cui si svolge,la particolare conformità delle sinuose e rotondeggianti colline senesi,ed alcune di esse anche in questa stagione sono rivestite di una sottile erbetta che mischiato al color marrone del terreno lascia immaginare un rivestimento di velluto.
L'Appennino Toscano è un luogo che ritengo appagante e stimolante correre gli off-road,paesaggi sterminati e rilassanti,molto vari e mai uguali tra loro,cipressi alti e slanciati ed una pace"bucolica" invernale in ogni angolo.
Un impegno collinare non particolarmente gravoso per l'assenza di ripide salite,21km con circa 500D+ ,pregustando un post-corsa con le loro gustosissime specialità gastronomiche locali.


Nel dettaglio la settimana

Lunedi: riposo
Martedì: 5 km su treadmill rigeneranti
Mercoledì:7 km su treadmill rigeneranti
Giovedì: 10 km su treadmill+esercizi
Venerdì: 11 km fondo progressivo a sensazione+esercizi
Sabato: riposo
Domenica :3km fl+11,5km fondo veloce variato,media 4'10"+def.tot.16km

Totale:49 km

5 commenti:

  1. La descrizione di quel che incontrerai in terra senese mi fa venir voglia di... Fare una vacanza da quelle parti. Correre quello sempre!!

    RispondiElimina
  2. Carissimo, sei ancora in tempo! Sono posti che ti rimangono nell'anima.
    Altrimenti puoi sempre andare ad Aprile in occasione del Tuscany crossing della val D'ORcia scegliendo tra la 50km o la 100km :-))))

    RispondiElimina
  3. Beh per godersi al meglio i luoghi una 100 km è l'ideale.. Neanche in bici!!!! :-))

    RispondiElimina
  4. Mi sembra strano che ad uno come te, cui piacciono i trail e quindi i bei paesaggi, possa "adeguarsi" a correre su un treadmill e quindi stare rinchiuso in una stanza.

    RispondiElimina
  5. Anch'io alle volte ci penso...sembrerebbe un controsenso,però in questa stagione non disdegno qualche seduta sul Tapies roulant....un pò per pigrizia,un pò perché sono sedute nn troppo impegnative e soprattutto dopo una gara trovo piacevole fare "il criceto",mi sembra sia abbastanza rigenerante....magari è solo un impressione.

    RispondiElimina