Gli amici che mi hanno visitato

domenica 2 febbraio 2014

UN ULTRA ?

Le uscite lente di noi runner,vengono spesso accompagnate da pensieri per problemi, eventi piacevoli e non od altro che in quel periodo occupano le nostre menti.
Le endorfine di fine corsa ti aiutano a  ritrovare quel sano ottimismo, a pensare che a tutto c'è una soluzione, insomma a vedere il classico bicchiere mezzo pieno e ne trova giovamento oltre il fisico anche lo spirito e la mente.
A mente sgombra mentre corro i lenti mi piace pensare ai prossimi obiettivi sportivi, a stilare un programmino mentale per l'immediato futuro ed anche quello un pò più lontano,ultimamente sempre più spesso quelle endorfine di fine corsa mi provocano,già....mi provocano e mi martellano ad una sorta di sfida,un pensiero ad un possibile obiettivo durissimo nel suo genere,cercano insomma di convincermi a provare l'esperienza di un ultra trail,ma poi a mente fredda escono i diversi e molteplici dubbi nel dover affrontare una prova simile,non che abbia paura ma è doveroso ragionarci sopra,da tempo stò valutando i pro ed i  contro,per convincermi deve scattare in testa quella convinzione totale che forse ora manca,solo così si possono affrontare prove simili,prima la prepari con la testa poi con le gambe.

Sul divano davanti al pc guardo spesso il calendario gare su Wedosport, tante e troppe gare da voler fare, devo scegliere, devo programmare, devo organizzare questa o quella e mi piace tantissimo,avere obiettivi da raggiungere per me è un ingrediente importantissimo e non importa se alla fine non tutte le aspettative compensano le fatiche fatte, è bello comunque pensare di poterle fare. L'attesa per una particolare corsa ti eccita e ti stimola nella preparazione rendendo la corsa affascinante in tutti i suoi aspetti, anche sotto un'intensa pioggia o nevicata od immerso in una fitta nebbia come ieri mattina nell'allenamento collinare, 26 km totalmente all'interno di essa, un percorso mai fatto dove il rischio di sbagliare era forte, umidità ai massimi livelli, freddo penetrante ma, non importa, quando devi preparare qualcosa non ti ferma nulla...o quasi! L'intenzione era di esplorare dei nuovi sentieri in una zona da me sconosciuta, favorendo anche lo stimolo all'orientamento ed avendo solo un idea vista su google maps ma era praticamente impossibile in quelle condizioni, visibilità molto ridotta per cui all'ultimo opto per un collinare non trail,un percorso studiato a tavolino come alternativa che è stato comunque affascinante nel suo genere,come ogni cosa che puoi rendere tale quando la fai con una componente importante ed essenziale per la riuscita di essa....la passione.


Nel dettaglio la settimana

Lunedì: 8km rigeneranti su treadmill
Martedì: 10 km fondo lento+esercizi
Mercoledì: 4km fl+5km fondo veloce a 4'16"+defatic. totale.10km
Giovedì: 6 km su treadmill+50'esercizi
Venerdì : riposo
Sabato: collinare a Bagnaria(PV) 26km a 5'42"/km 885D+
Domenica:10 km rigeneranti a 5'02"

Totale: 70 km

6 commenti:

  1. Vedo che non solo a me la corsa lenta fa frullare in modo vertiginoso i pensieri, rischiarano la mente anche nelle giornate più nebbiose e plumbee ed lì che nascono le idee e i progetti che poco a poco affiorano..

    RispondiElimina
  2. Infatti molto spesso cerco di pensare a certe cose solo quando corro,spesso riesco a vedere la luce anche nel buio causato da certi dubbi

    RispondiElimina
  3. Perchè, la corsa lenta non serve per quello?
    Cmq leggendo il titolo mi sono messo a ridere... caro Saverio il vecchio (:-P) hai sempre detto che mi sarei buttato sulle ultra maratone mentre adesso sei tu che ti butti, perchè lo farai, lo sappiamo tutti, sulle ultra (trail, of course)!
    Appena la tua "testa" si sarà convinta, o meglio la finirà con questa farsa che non è ancora convinta, so già che inzierai una preparazione seria e mirata per un tipo di gara che so che ad uno come te piacerà tantissimo e lascerà tante belle emozioni!
    Forza Savè!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco,adesso dicendomi che la farò nn posso più tirarmi indietro :-D .
      Non posso neanche più ragionare sui pro e contro...devo farla e basta ....alla mia età mi toccherà rimettermi in gioco su una prova simile e dovrò sacrificarmi ad un possibile quanto probabile ultra.. :-)))). Se e quando farò i lunghissimi di preparazione ti fischieranno le orecchie AHahaah,oltre al fatto che anche per te una ultra sai benissimo che è solo questione di tempo.
      Stammi bene

      Elimina
    2. Sicuro che sarà un sacrificio? Noooooooo a noi "ci piace"!!!
      Per quanto riguarda le ultra, io non dico mai mai; ho tanti amici che le fanno e che stanno preparando, ad esempio, il Passatore (100 km); ma ti posso confermare che, almeno al momento, non sono assolutamente interessato.
      Quando farai i lunghi pensa a me e ripeti "se ce la fa quello, ce la posso fare pure io, anzi posso fare meglio!"

      Elimina
  4. Bè penso che avrai inteso il senso buono della parola sacrificio :-)).
    E poi..sei tu che dovrai dire...se c'è la fà quel vecchietto posso farcela anch'io.
    Come dici,al momento nn sono interessato....ma il pensiero son sicuro che ti frulla in testa,è normale che lo sia,poi le ultra non devono essere per forza di 100km anche una 50km è considerata tale :-). Come dici giustamente a NOI CI PIACE!!

    RispondiElimina