Gli amici che mi hanno visitato

domenica 10 agosto 2014

DANNATA PUBBLICITA'

Settimana di carico sia sotto il profilo chilometrico,sia sotto quello qualitativo che mi ha inevitabilemnte lasciato addosso una certa "fiacca".
Sei uscite tra cui due lavori di qualità e due trail,con la positiva sorpresa di non aver accusato il benchè minimo fastidio ai fasci flessori delle caviglie che da tempo soffrivo,ed erano due "veri" trail,soprattutto il lungo da 28km era per almeno 20 km su terreno abbastanza sconnesso ed infatti il tempo finale ne ha risentito.
Strano pensare che,nonostante il sovraccarico delle ultime settimane,siano rimasti solo pochissimi fastidi al fascio plantare e che appaiono solo negli over 25km e siano addirittura spariti del tutto quelli alle caviglie,fastidi che mi hanno fatto propendere per la maratona Toscana,altrimenti mi sarei orientato su dei trail lunghi,nulla comunque mi vieta di cambiare obiettivo.
Sono appena uscito da una fascite con tanto di Tecar ed il preparare una maratona collinare forse non è stata una decisione saggia ,ma per ora non vedo nessun peggioramento...anzi! Incrociamo le dita ed andiamo avanti,cercando ovviamente un ottimo compromesso tra preparazione e salvaguardia di infortuni,sperando che ghiaccio,stretching e le pesanti quanto protettive Nimbus possano in qualche modo aiutarmi nel compito di evitare certi problemi.


Sesto lungo settimanale consecutivo con dislivello ed ottimo fondo collinare acquisito,ma non potrebbe essere altrimenti,questo è l'allenamento principe per una buona preparazione ad una maratona collinare,io ho programmato i classici tre over 30,di cui uno già effettuato,oltre a diversi lunghissimi da 25/27 km e di cui ne ho gia corsi tre.
E' "relativamente" facile poter preparare una dura prova come quella del Chianti risiedendo per un pò di tempo in colline molto simili a quelle ed evitando quindi continui ed abbastanza lunghe trasferte verso luoghi collinari,qui dove mi trovo ogni uscita prevede sempre un dislivello,anche se minimo,si mangiano e si bevono salite anche solo per uscire per andare in un negozio,vivi a stretto contatto con tutto quello che hai bisogno per poter preparare decentemente una lunga gara collinare,certo bisogna aggiungere buona volontà e forza mentale,ma queste colline mi agevolano il compito in quanto sono musica per le mie orecchie ed io devo solo cercare di preparare il concerto...




Ps: Da tempo mi arrivano una miriade di mail "anonime" di pubblicità straniere provenienti dal mio Blog,sarei grato a chi potesse darmi qualche suggerimento volto a poter eliminare queste fastidiose mail,grazie!


Nel dettaglio la settimana:

Lunedì: 3kmfl+8km fondo veloce a 4'16" tot. 11km
Martedì: 11 km lenti a 4'57"+esercizi
Mercoledì: Trail lento di 12km con 533D+ più esercizi
Giovedì: medio variato 3x( 1km fl-2km fm-1km fv) media totale 4'23"tot.12 km+esercizi
Venerdì:
Sabato:Trail lungo lento di 28km in 2h 53'  a 6'22" 833D+
Domenica: 7km rigeneranti+esercizi

Totale km: 81km

33 commenti:

  1. Bene per la ripresa senza intoppi, male per lo spam. Hai poca scelta. O mantieni la libertà di commentare e cancelli di volta in volta lo spam oppure devi fare come ho fatto io. Togli la possibilità agli anonimi di commentare o reinserisci le parole chiave e di colpo lo spam sparisce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene la ripresa anche se noto una certa fatica a prepararla seguendo più o meno il programma di due anni fà,lo devo riadattare alle condizioni del momento.
      Per la pubblicità ti ho mandato una mail.

      Elimina
  2. In bocca al lupo per la ripresa Saverio! Segui i consigli di Fausto anche io ho fatto così!
    O metti la moderazione per i commenti a post più vecchi di due settimane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco grazie,per fortuna lo stop è stato solo di 15 gg. più una settimana di lenta ripresa, ora ormai sono 6 settimane che ho ripreso ed ho anche aumentato il mio chilometraggio settimanale..e con esso anche i rischi :-))

      Elimina
  3. Buongiorno, ho letto che Lei ha avuto problemi di fascite plantare. Vorrei chiederle come ne è uscito
    Io ho inizato un ciclo di 10 tecar ( sono alla seconda seduta.. )
    Sono fermo da due mesi e sto impazzendo
    Le Nimbus l'hanno aiutata?
    grazie e comlimenti per le Sue gare
    Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo,dammi pure del tu....così mi fai sentire meno vecchio :-))
      La Tecar è stata molto utile nel risolvere il mio problema di fascite,io ho seguito 8 sedute ma già dopo 3/4 sedute ho notato un netto miglioramento,utile anche eseguire un regolare stretching del fascio plantare e importante anche l'uso della classica bottiglietta d'acqua ghiacciata da far scorrere lungo tutto l'arco plantare,purtroppo ci vuole pazienza.
      I tempi di guarigione sono molto soggettivi e dipendono dal grado d'infiammazione.
      Questi metodi che ti ho descritto servono se fatti costantemente e quotidianamente,quando ho ripreso dopo meno di un mese ho preferito usare per i primi momenti delle scarpe molto ammortizzate,per questo mi sono orientato verso le Nimbus ed anche loro penso siano servite alla guarigione,si tratta di usare una combinazione di diversi accorgimenti.
      Ultima cosa che ti consiglio è un massaggio del fascio plantare che puoi fare anche te a casa e che serve a distendere tutto il fascio plantare,il fisioterapista mi ha detto come farlo ed è molto semplice ed efficace in quanto dopo il massaggio sentivo il sollievo della parte malata.
      Per qualsiasi cosa chiedi pure non c'è problema...ed abbi pazienza senza forzare i tempi di recupero.
      Buona guarigione!!
      Ciao

      Elimina
  4. Buongiorno Saverio e grazie della Risposta
    Io sono alle 2 seduta di tecar ne devo fare 10..spero siano soldi ( 40 euro cad.. ) spesi bene
    Io la sera faccio sempre stretching per una ventina di minuti
    Passo poi un roller di legno sotto il piede da fare scorrere avanti e indietro.
    Da stasera su tuo suggerimento inizierò anche con la bottiglia congelata
    Ho letto delle Nimbus ed effettivamente sono di una categoria superiore..
    Io ho fatto sempre triathlon ma da 7 mesi circa per impegni familiari ho dovuto ripiegare " solo" sulla corsa.
    Mentre sono fermo ho preso queste http://www.koalasport.com/content/saucony-echelon-4
    Speriamo siano funzionali al mio problema
    Inoltre ho preso i plantari della Noene che tutti dicono siano fantastiche..
    Continuerò a leggere con piacere il tuo Blog e ti terrò informato se posso sulla situazione
    Sai magari a raccontarlo posso sfogare le mie paure e sconforti da infortunato..
    grazie e buona giornata
    Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,come ti ho scritto dovresti (spero) sentire miglioramenti dopo 3/4 sedute,bene lo stretching (senza forzare eccessivamente),anche il roller è efficace ma la bottiglietta ghiacciata unisce il massaggio all'effetto antinfiammatorio del ghiaccio.
      Le Echelon sò che sono molto ammortizzanti anche loro.
      Quindi sei (o meglio eri) triatleta,immagino il tempo rubato alla famiglia,quella disciplina richiede molto tempo a disposizione,delle tre hai scelto la corsa....
      I plantari Noene appena ne ho l'occasione di comprarle li acquisterò anch'io,in particolare quelle sottilissime da 2mm,già in passato ne ho fatte uso ed i pareri sono abbastanza favorevoli.
      Tienimi pure informato sull'andamento della tua fascite,gli scambi di opinione e pareri sono sempre ben accettati,in quanto possono contribuire ad una maggior conoscenza per diverse cose oltre a (come dici te) cercare un certo sconforto,quello sconforto che ci assale quando per diversi motivi non possiamo allenarci.
      Ma sei fermo completamente o ti tieni in forma nuotando?
      Ciao

      Elimina
    2. Ciao Saverio
      no..la mattina nuoto alla Piscina Cozzi qui a milano. L'unica che apre ad un orario mattutino che tiene conto di chi lavora e che ama lo sport..
      prima la mia giornata era:
      Matina sveglia alle 6 -1 h di corsa
      Pausa pranzo lavoro - 2.5/3 km di nuoto
      la sera o i rulli ( in balcone! ) o bici solo nel we..
      Ora ho due ( splendide ) bambine e sinceramente preferisco stare piu' tempo con loro
      Ora vorrei buttarmi ( per questo ho scovato il tuo Blog ) sulle corse in montagna e colline..( ottimi i tuoi allenamenti in salita.. )

      Cosa intendi per " alla 3/4 tecar già aqvevo miglioramenti "
      Io nn ho problemi nella normale deaqmbulazione..sento al max un piccolissimo fastidio alla pianta ma nulla di eclatante
      il banco di prova sarà la ripresda della corsa
      Non ho ancora capito se dopo qualche mese di riposo regredisce da se o dovro' conviverci a vita..

      ciao!

      Elimina
    3. Immaginavo che non fossi completamente fermo,come dici giustamente avendo due bambine non puoi "rubare" troppo tempo alla famiglia.
      Per 3/4 intendo che dopo la terza o quarta seduta di Tecar delle 8 previste ho notato un netto miglioramento col dolore nel fascio molto diminuito,anch'io non avevo problemi durante la deambulazione e questo è senza dubbio una cosa positiva,al termine della Tecar avevo comunque un leggero fastidio durante le prime uscite di corsa ma nel giro di un paio di settimane è comlpletamente sparito.
      Sul fatto che potrà ripresentarsi questo è difficile a dirsi,se quando sarai completamente guarito da questa fascite essa dovesse ripresentarsi fra qualche mese ti consiglio un analisi approfondita del piede effettuando un esame baropodometrico (analisi statica e dinamica del passo).
      In ogni caso io avendo in passato già sofferto di questo male effettuo spesso stretching ed anche potenziamento del fascio plantare,nonchè massaggi con la bottiglia ghiacciata che ti dicevo e cerco di usare scarpe ammortizzate anche a scapìto di una leggera perdita di reattività che si ha usando scarpe un pò pesantine.
      I miei allenamenti in salita di quest'estate sono stati veramente tanti ma ho sfruttato il tanto tempo a disposizione essendo in cassa integrazione ed ho la fortuna di avere una casa dei miei poveri nonni nelle colline dell'Oltrepo dove mi alleno benissimo.
      Ho preparato èer tre mesi la maratona collinare del chianti e poi una brutta rinite due gg. prima dello start mi ha costretto a dare forfait alla maratona correndo la 18km.
      Io amo il trail e le corse collinari,anche se ho cominciato ad avere qualche problema alle caviglie dovuto al terreno sconnesso tipico del trail,ma negli ultimi 2/3 anni ne ho corsi forse troppi e dovrei farne qualcuno meno.
      A presto!

      Elimina
  5. TU SCRIVI : " al termine della Tecar avevo comunque un leggero fastidio durante le prime uscite di corsa ma nel giro di un paio di settimane è comlpletamente sparito.

    E' il traguardo minimo che mi sono prefisso io..Nel senso che se dopo aver corso nn sento dolore sono contentissimo...
    Ma tu sei stato fermo solo 15 gg? fortunato
    Mi sono segnato i tuoi allenamenti in salita con tallone e punte..nn ho mai provato a fare le ripetute in salita cosi'..
    Stasera inizo anche con il ghiaccio ti tengo informato
    grazie della compagnia!
    Buona serata
    Matteo

    RispondiElimina
  6. Scusa non capisco quali sarebbero i miei allenamenti con tacco e punte :-))

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Saverio
    intendevo questo: Esercizi per i piedi (ogni 20gg. circa)

    1)cammino sulle punte per 3 minuti con ginocchio semi rigido.
    2)cammino sui talloni per 3 minuti,ginocchio semi rigido
    3)cammino sul fianco destro del piede per 3 minuti
    4)cammino sul fianco sinistro del piede per 3 minuti
    il tutto ripetuto 2/3 volte
    visto il mio problema sarqa SICURAMENTE un esercizio che faro' per rinforzare quella parte
    Stasera alle ore 18 faccio la 3° tecar...
    Incrocio le dita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah quelli! Si sono esercizi di potenziamento del piede e del fascio plantare,li svolgo anche perchè nei trail il terreno sconnesso ti costringe ad un appoggio non regolare del piede mettendo sotto sforzo i legamenti e le articolazioni delle caviglie quindi è meglio avere i muscoli ben tonici di entrambi i piedi per non gravare eccessivamente sui tendini di essi.

      Elimina
    2. Buongiorno saverio!
      stamattina dopo 2 mesi e 10 tecar ho fatto la prima uscita: totale 25 minuti piano
      Ho acquistato anche plantari della Noene . Mi hanno detto che fanno miracoli per la fascite.. ( tu li conosci? )
      domani riposo e venerdi' faccio 30 min
      quando corro nn ho dolore..ora ho solo indolinzimento
      succedeva anche a te cosi?
      speriamo vada tutto a posto!
      grazie dell'attenzione
      Matteo

      Elimina
    3. Ciao Matteo,si le conosco e le uso..io ho quelle da 2mm che uso sopra le solette,anch'io ho sentito parlare bene di queste solette che assorbono le vibrazioni che si ripercuotono negativamente sui tendini e muscoli.
      In associazione a tutti i rimedi di cui abbiamo parlato le volte precedenti possono aiutarti.
      Stai tranquillo che l'indolenzimento è normale,io l'ho avuto per 15/20 gg.
      Se correndo nn senti nulla è un ottimo segnale,ma saprai benissimo che per 15gg. non puoi caricare o svolgere lavori veloci....ma una domanda,come mai 2 mesi per fare 10 Tecar ?
      A presto
      Saverio

      Elimina
    4. Buongiorno Saverio
      Per fare la tecar, dalla prima terapia alla decima ho impiegato QUASi un mese
      In totale sono stato fermo 2 mesi..
      cazzarola...che significa che per 15/20 gg nn posso caricare?
      per esempio stamattina ho fatto 40 minuti e 10 allunghi
      fino a ieri solo 30 min quasi ogni giorno
      dopo l'ultima tecar stamattina era la 4° uscita...
      sto sbagliando qualcosa?
      a fine corsa spalmo una crema HUMAN TECAR che in "teoria " dovrebbe fare lo stesso lavoro della tecar in se...
      confermo nessun dolore specifico, magari in cambio direzione e in curva sento un momentino indolenzimento, ma corro bene
      alla fine ( dopo 2 ore dalla doccia) lo sento lievemente..ma poi passa
      hai altri consigli in merito??

      grazie tante!
      ciao

      Elimina
    5. Ciao Matteo,per carico intendo le ripetute o lunghi eccessivi,gli allunghi non sono un problema..penso tu intenda quelli da circa 100 metri svolti alla fine della corsa lenta.
      Quindi è passato circa una settimana dall'ultima Tecar...bene fra 3/4 gg. potresti provare una corsa a ritmo medio(non superiore a 10-12km) e se non sorgono problemi puoi iniziare qualche ripetuta(meglio quelle brevi) dopo altri 3/4gg.
      Non stai sbagliando nulla secondo me,solo che è meglio avere ancora qualche giorno di pazienza prima di caricare con ritmi più veloci del lento in modo da riabituare bene il fascio plantare ai lavori di corsa,la Human Tecar ne ho sentito parlare ma non saprei dare giudizi.
      L'indolenzimento che senti è normale e come ne parlavo nelle precedenti mail lo sentirai ancora ogni tanto,ma non preoccuparti,continua col ghiaccio e lo stretching ed anche il massaggio con un roller o pallina da tennis per distendere il fascio.
      Mi sembra di capire che ormai sei praticamente a posto....ancora solo qualche giorno di pazienza :-)) a me il fisio ha sempre detto che dopo le terapie i carichi vanno fatti sempre in modo graduale e dopo 15 gg dalla fine della terapia tornare a pieno ritmo.
      A presto
      Saverio

      Elimina
    6. Saverio le tue parole mi infondono un grande ottimismo!
      la fascite ha bisogno anche di questo
      si intenbdevo gli allunghi dopo un lento
      per le ripetute nn voglio forzare troppo
      inoltre con le cene di lavoro e i parenti, sto andando a cena fuori tutte le sere praticamenmte fino a natale..
      quindi nn ho ( per ora ) velleità
      domani faccio 50 min lenti e poi dopo le feste riiniziero' a forzare un pochino..
      stretching e roller tutte le sere
      il ghiaccio lo metto 20 min dopo la corsa...
      speriamo bene!!
      grazie di cuore e a presto!
      Matteo

      Elimina
    7. Perfetto!
      Il periodo non è propizio....goditi le feste!
      Quando riprenderai avrai due motivi per riprendere a pieno ritmo,una è la contentezza per la completa guarigione e l'altra...il dover smaltire certi eccessi alimentari :-)))

      Elimina
    8. Ciao Saverio, innanzi tutto BUON ANNO anche se in ritardo
      allora, ho ripreso a correre da 2 settimane e a parte il primo km dove sento un fastidio al tallone, dopo vado alla grande.
      per ora 50 minuti ogni giorno di lento...ma dolori post corsa quasi nulli! :-)
      Inoltre ho fatto una visita ( credo si chiami barometrica ) per la postura e l'ortopedico mi ha prescritto dei plantari su misura. Costo 360 euro!
      Ho accettato, tanto le provo tutte oramai...male nn mi faranno
      Tu, dall'alto della tua esperienza pensi che siano funzionali?
      grazie ciao
      Matteo

      Elimina
    9. Buon anno anche a te Matteo.
      Bene per i postumi assenti alla fine delle tue uscite,il fastidio come ti dissi tempo fà ti rimarrà per qualche settimana ma dopo dovrà scomparire del tutto altrimenti ci potrebbe essere ancora una lieve infiammazione dura a scomparire,non mollare la presa sullo stretching e la bottiglia ghiacciata e magari qualche massaggio (fai da te) per distendere il fascio connettivo del sottopiede.
      L'esame che hai fatto è il baropodometrico,praticamente l'analisi del passo statico e dinamico.....360€ ???!!! Ho sentito di queste cifre esorbitanti per plantari in carbonio,hai per caso fatto questi? l'esame ha rilevato qualche difetto di postura tipo arco plantare alto o appoggio del piede scorretto per prescriverti dei plantari? O sono semplicemente plantari di scarico del fascio ?
      A presto
      Saverio

      Elimina
    10. Buongiorno Saverio
      allora, si l'esame è quello che hai scritto tu..Il plantare mi ha detto che sarà di scarico all'arco pantare e al tallone in quanto mi ha detto che ho una gamba di 7 mm ( la sx quella incriminata.. ) più lunga rispetto alla dx.Quindi secondo il dottore si va a caricare ( 59% del peso corporeo ) troppo sulla sx
      Poi frase testuale " quando si è giovani e si corre nn si avverte, ma dopo i 40....."
      Per il prezzo lui mi ha detto che aveva già pronti quelli da 180 euro, ma mi ha detto che per il mio caso nn andavano bene alla lunga...
      Tu come stai??
      stai gareggiando?
      Ciao
      M

      Elimina
    11. Ah ecco immaginavo,infatti anch'io indossai dei plantari per scaricare il fascio ma solo per un mese/due mentre te avendo quel "difetto" anatomico dovrai purtroppo indossarli sempre.
      Io sto facendo la Tecar al tendine d'achille,nulla di grave ma un persistente fastidio a quella parte mi ha convinto ad una ecografia da cui è stata rilevata un'infiammazione inserzionale,ragion per cui stop per una ventina di giorni niente corsa ma solo cyclette e nuoto....già prima della fine dell'anno ho fatto un ciclo di tecar ma nn è stato sufficiente.....beh sai te sei dopo i 40 io i 50 :-))

      Elimina
    12. hahaaha Saverio...cmq dalle foto li porti moolto bene!!
      ma il piede è lo stesso della fascite plantare?
      si io credo li portero' a vita nelle scarpe da corsa..vabbe' amen l'importante è sconfiggere il dolore del tutto!
      cmq il nuoto fa bene ai tendini, gli allunga e massaggia con l'acqua.
      Io il sabato nuoto!
      ci aggiorniamo qui!
      ciao!

      Elimina
  8. Ciao saverio come stai?? Vedo che hai fatto due belle "corsette " nel 2016. Complimenti!
    Io dalla fascite ( tocco ferro... ) sembra che ne sia uscito quasi definitivamente per fortuna! Sono 1 anno e mezzo che corro senza problemi grazie ai plantari su misura che ho fatto..
    Ho appena fatto la mezza della stramilano chiusa in 1h e 29. Speravo meglio ma ok così..Da ieri mi affligge un dolore sotto la chiappa sx...mi dicono il nervo sciatico..che male!
    dai rimango una settimana fermo e poi riprendo.
    certo che a vedere te in foto ( e scusa tu hai qualche anno piu' di me .. )mi pongo dei seri dubbi per la mia tenuta futura...
    Tu stai bene?
    ciao
    Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo piacere di (ri)sentirti :-)).
      Son contento che sei guarito completamente dalla fascite,i plantari ortopedici in molti casi sono un palliativo ma in molti altri risolvono problemi,soprattutto quando si tratta di problemi anatomici o "strutturali".
      Complimenti per il tempo della Stramilano anche se noto che non sei soddisfatto in pieno.
      Hai fatto già esami che ti hanno diagnosticato l'infiammazione del nervo sciatico? Perchè in quella posizione potrebbero essere diverse le cause,potrebbe anche essere un piccolo stiramento del muscolo ischio-crurale che parte proprio da sotto il gluteo,oppure il muscolo piriforme infiammato che comprime il nervo sciatico che ha origine proprio in quel punto e che rimanendo compresso provoca dolore,ma ti conviene fare qualche accertamento diagnostico in modo da prendere le contromisure idonee al tipo di problema rilevato,in quanto saprai che ogni contromisura potrebbe rivelarsi prematura senza conoscere l'origine del problema,un'ecografia penso sia la cosa più naturale da fare.
      Gli infortuni purtroppo sono sempre dietro l'angolo e sono molto fastidiosi,qualsiasi tipo essi siano.
      Non ti devi porre dubbi sulla tua tenuta futura,tutti noi siamo spesso presi dai fastidi tendinei e non,chi mi conosce sà benissimo che dò molta importanza alla ginnastica posturale ed allo stretching,che secondo me aiutano non poco nel prevenire certi guai anche se non sono una garanzia totale.
      Io per ora stò bene grazie,anche se in questo periodo sento affiorare un pò la stanchezza,vuoi per il cambio di stagione(ho cominciato la mia solita integrazione naturale che son solito fare in questi cambi di stagione)ed un pò per gli impegni podistici,la preparazione invernale in salita che ho fatto è stata dura,adesso si entra nel vivo con la stagione trail che rimane la mia disciplina preferita,sabato correrò la terza gara in quattro settimane,la seconda 30km collinare in 15gg. in toscana,sono consapevole di rischiare oltremodo,gli infortuni arrivano anche e soprattutto per il tanto carico,ma il trail e le colline toscane hanno sempre esercitato un certo fascino su di me.
      A presto
      Ciao
      Saverio

      Elimina
    2. Ciao Saverio
      come è andata la gara?
      si vede che sei un runner con i fiocchi
      infatti mi hanno diagnosticato quello che dicevi: piriforme infiammato!
      Sono stato 5 gg fermo ho ripreso 2 gg fa e a parte dei piccoli dolori sembra andare tutto bene ( incrocio le dita ). Ma che integratori naturali prendi?? Io nn me ne intendo molto e faccio cicli di 1 mese 3 volte all'anno di ferro o al massimo di pappa reale...
      un abbraccio
      Matteo

      Elimina
    3. Ciao Matteo,in quella posizione ai runner solitamente è il piriforme,nulla di particolarmente preoccupante,come tutte le infiammazioni và curata come tale,avendo cura appena passata la fase acuta di fare dello stretching accurato nella zona,gli esercizi li trovi tranquillamente in internet,anche passare una pallina da tennis(la stessa che usavi per la fascite)sulla parte aiuta a distendere il muscolo.
      La mia integrazione solitamente consiste in bel cucchiaio di miele biologico al mattino con un cucchiaino di polline e ginseng in estratto secco,quest'ultimo per cicli di un mese si e uno no,magnesio un cucchiaino al giorno per cicli di due mesi si e 15gg. no ed alle volte sostituisco il ginseng con l'eleuterococco,come vedi nulla di particolare,la pappa reale va benissimo ma scusa una domanda...l'integrazione di ferro...sei tendente all'anemico? oppure c'è qualche altro motivo particolare ?
      La gara in toscana è andata benissimo conquistando il podio della categoria così come l'altro ieri in un'altra gara trail qui nel pavese.
      Ma puoi tranquillamente scrivere nell'ultimo post che inserisco nel blog.Se hai qualche domanda chiedi pure,se posso cercherò di darti qualche consiglio.
      A presto ciao
      Saverio
      Saverio

      Elimina
  9. sei un grande! ti invidio...ho qualche ( ! ) anno in meno di te e vicino a te sembro un vecchio zoppo....euterococco e ginseng li prendo anche io...una volta spessissimo, ora con quello che costano un po meno...il ferro perchè finiti i lavori ( 1000 o i 2000 sulle ripetute ? ultimamente mi girava sempre la testa e avevo le gambe per ben 2 gg dure e dolenti...mi è stato consigliato dal mio medico di base...vedremo, ma ora sto meglio!
    ho trovato in internet lo stretching per il pirifore...il dolore è quasi scomparso del tutto
    stamattina ho corso bene

    mi ha incuriosito il fatto del magnesio.....ma come mai?? e a cosa serve?? me lo consigli??
    grazie ancora e ciao!
    Matteo

    RispondiElimina
  10. Ciao Matteo,il magnesio è un importantissimo sale minerale in cui in persone che effettuano allenamenti poco intensivi non è necessario una sua integrazione,mentre in persone che corrono per molti km e/o in gare di endurance è consigliata un integrazione proprio per la facilità con cui perdono molti sali minerali col sudore,certamente chilometraggi fino a 30/40 a settimana con una sola seduta di qualità forse non è necessario,altrimenti si dovrebbe valutare una sua integrazione.
    Esso agisce direttamente sul muscolo,favorendone il recupero,evitando crampi ed aiuta a superare momenti di stress fisico in generale ed andrebbe preso alla sera in quanto favorisce il buon sonno grazie alle sue proprietà rilassanti.
    Come scritto nel precendete post lo assumo a cicli ed in periodi di carico come questo lo prolungo anche oltre il dovuto.
    Sta a te valutare se l'intensità dei tuoi allenamenti sono tali da dover integrare questo minerale o meno,il cui costo non è proprio irrisorio purtroppo,ma la sua validità è comprovata...ripeto solo in sportivi che svolgono numerosi ed intensi allenamenti.
    Bene son contento che il pirifirme non ti dà più noia,ma non dimenticare lo stretching ugualmente.
    Buone corse e a presto
    Saverio
    Nb: Ma perchè non scrivi nel blog aggiornato e scrivi sempre su questo post? :-))

    RispondiElimina
  11. Buongiorno saverio
    Ma ho provato, ma cosa intendi e dove per il blog nuovo? hai il link?
    ho letto su internet il magnesio...effettivamente non faccio lavori lunghi come i tuoi e con dislivelli importanti..
    ma come ogni primavera inizio con dei collinari, per rinforzare un po la muscolatura. Non so se conosci la montagnetta di san siro a milano..sai noi poveri cittadini non abbiamo la vostra fortuna :-)
    ma il magnesio quale e dove lo prendi? uno generico po ce ne uno particolare?
    dammi il link del blog nuovo!
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo se non effettui lavori pesanti e duraturi l'integrazione di magnesio allora non ti serve granchè,tranne in periodi di affaticamento muscolare se mai dovessi farli.
      Quale fortuna intendi? io abito a Landriano(PV)in piena pianura e per fare le salite devo recarmi almeno a Broni e sono circa 35km,mi sà che sei più fortunato te ad avere la montagnetta di San Siro magari a due passi e va benissimo per effettuare lavori tipo ripetute con salita o medi in salita.
      Il magnesio che uso io è il magnesio supremo,ma ci sono diverse marche che vanno bene,basta che sia magnesio al 100% senza nient'altro all'interno.
      Il blog è sempre lo stesso Matteo solo che stai scrivendo su un post di agosto 2014 :-)),se clicchi in alto dove c'è la home ti porta direttamente al post aggiornato del mio blog.
      A presto
      Saverio

      Elimina