Gli amici che mi hanno visitato

martedì 21 ottobre 2014

TRA SANTI E MADONNE....

Venerdi mattina appena sveglio qualche starnuto e naso che cola mi mettono in allerta,nel corso della mattinata controllo i bagagli per la ventesima volta,la partenza per Castelnuovo Berardenga è prevista appena dopo pranzo.
I sintomi non mi lasciano affatto tranquillo e con essi peggiora anche il mio stato d'animo.
Cerco di non pensare al peggio,ma durante il viaggio le cose non migliorano,anzi...
Arrivo in Toscana nel tardo pomeriggio purtroppo con brutte sensazioni e soprattutto alla sera mi rendo conto che quel timore,quella paura del classico imprevisto dell'ultimo momento è diventata una realtà,un raffreddore,ma non sembrerebbe in apparenza una cosa molto preoccupante ma durante la notte mi rendo conto che non è un normalissimo raffreddore ma una brutta rinite,naso che cola in continuazione,forte pizzicorìo in entrambi le narici,starnuti a raffica ed una costipazione che purtroppo non fanno presagire nulla di buono.
Al mattino del sabato mi alzo pensando che la mia maratona l'ho fatta un giorno prima del previsto ma non su e giù per le stupende colline toscane ma insonne in un letto imprecando ogni santo e madonne.
Da tempo non conoscevo più il raffreddore e ci può stare che mi venga....ma a due gg. dal mio obiettivo principale dell'anno la considero una pura "SFIGA".
Era una gara preparata con tanta fatica e devozione ed a cui ci tenevo molto e che ha occupato i miei pensieri podistici degli ultimi tre mesi,per cui mi scuseranno i santi e le madonne che ho "nominato"....
Nella giornata del sabato le cose non migliorano affatto,mi rendo conto che è inutile rischiare una lunga ed estenuante sofferenza,decido quindi di rinunciare a malincuore alla maratona ed al ritiro del pettorale decido di provare a correre almeno la Chianti trail di 18 km,ma solo come una personale "passerella" in queste magiche e dolci colline.
Gli organizzatori mi permettono il cambio ed il giorno dopo durante la gara corta quei pochissimi dubbi che avevo di aver fatto la scelta giusta rinunciando alla lunga svaniscono,in quanto ho fatto molta fatica a terminare una semplice 18km con meno di 500 D+ nonostante l'abbia corsa ad un ritmo ben al di sotto delle mie possibilità chiudendola in 1h e 45'....sempre imprecando tutti i santi e le madonne.
L'unico santo che non ho imprecato è il "vin" che insieme ai cantucci ed altre diverse prelibatezze del territorio hanno in qualche modo alleviato la mia forte sconsolazione. 
Come si suol dire,solite frasi di rito....guardiamo avanti,la farò l'anno prossimo,c'è di peggio nella vita ecc.ecc.. 



lunedì 6 ottobre 2014

DUE GARE ED ORA DESTINAZIONE CASTELNUOVO BERARDENGA

E così dopo la mezza di ieri si conclude il periodo di preparazione,da domani inizia un progressivo periodo di scarico che mi accompagnerà alla tanto sospirata Maratona del Chianti del 18/10.
Una mezza corsa nella mia città e conclusa come preventivato ad un ritmo medio di 4'22"/km.
E' stata l'ottava volta consecutiva che ho partecipato a questa mezza in un percorso notoriamente tutt'altro che veloce con diversi saliscendi che si svolge tutta in città.
Ottima progressione e buone sensazioni finali nonostante la settimana sia stata di carico con all'attivo 84km,i soliti 6gg. di uscite ed una gara tiratissima domenica scorsa di 18km con quasi 500D+ nelle colline del Tortonese.
Una prima edizione per questa gara in onore del grande Fausto Coppi che ha visto i natali in queste colline e sulle quali si allenava spesso.
Una gara di cui sono rimasto molto soddisfatto,sia per il percorso che per la prestazione finendo 14mo anche se il numero dei partecipanti era esiguo(poco meno di 90).
Il calendario podistico ormai è veramente saturo di competizioni,forse troppo.

Poco più di 1000 km alle spalle in queste ultime 13 settimane,leggermente meno rispetto alla preparazione di due anni fà ma quasi 18000 D+,ben 4000 in più rispetto al 2012.
Tanta fatica,una preparazione che sembrava non finire mai ed un certo livello di saturazione,ma nonostante questo penso di averla preparata,nel mio piccolo,nel migliore dei modi,ma anche con (leciti) dubbi dovuti alla poca esperienza nella preparazione di gare lunghissime collinari,quello che potevo dare l'ho dato,quello che potevo fare l'ho fatto,grazie anche al fatto di non aver avuto nessun guaio fisico.
Ora non mi resta che gestire bene quest'ultima parte,diminuendo il numero dei km e degli esercizi ed anche il numero delle uscite in attesa del responso finale,un lavoro di gambe ma anche di testa su e giù per quelle sinuose colline tra filari di vigne e colori autunnali.


Settimana dal 22/09 al 28/09

Lunedì: 10 km fondo lento+esercizi
Martedì:fl+ fondo veloce a 4'18" tot.14 km
Mercoledì: 14km fondo lento+esercizi
Giovedì: 12 km corsa svelta a 4'36"+esercizi
Venerdì: 12 km fondo lento
Sabato:
Domenica:Gara a Tortona 18km IN 1h 29'50" a 4'57"/km 492D+

Totale: 80km

Settimana dal 29/09 al 05/10

Lunedì: defaticante di 9 km+esercizi
Martedì: fondo lento di 14km a 4'51"
Mercoledì: fl+ corsa media di 10 km a 4'25" tot.14 km+esercizi
Giovedì: fondo lento di 13km
Venerdì: corsa svelta di 13 km a 4'38" +esercizi
Sabato:
Domenica:Gara a Pavia mezza maratona 1h32'09" 4'22"/KM

Totale: 84 km