Gli amici che mi hanno visitato

lunedì 24 novembre 2014

IN ATTESA DEL TRAIL

Dopo la gara di Alba avevo in programma al 16/11 il Trail di Mezzomerico sulle colline Novaresi,purtroppo rinviato per le imperverse condizioni atmosferiche che hanno caratterizzato i giorni precedenti la gara,poco male....ci saremo l'8 dicembre.
Nel frattempo i giorni e le settimane sono trascorse con i soliti allenamenti,sono ricomparsi i  fastidi alle caviglie,solite precauzioni con ghiaccio,stretching non estremo e soliti esercizi di potenziamento descritti nella sezione apposita del blog,inoltre ho "rispolverato" la tavoletta propriocettiva o balance board,acquistata tempo fà...un valido aiuto per lo sviluppo neuromuscolare del piede rinforzandolo ulteriormente,oltre ad essere efficace per una ricerca di un ottimo equilibrio del corpo che nel trail è una componente importante.
Soprattutto nelle discese su quei terreni molto sconnessi è importantissimo avere un perfetto controllo ed equilibrio del proprio corpo e la tavoletta può darci una mano...nulla di miracoloso s'intende.
L'altro attrezzo idoneo a questo tipo di esercizi è lo skimmy, una specie di torta di gomma sulla quale stare in equilibrio e proprio il fatto di cercare quell'equilibrio,che ti obbliga a continui spostamenti in diverse direzioni dei piedi allenando di conseguenza tutti i muscoli e rinoforzando anche tendini e legamenti degli stessi ma non solo,viene coinvolto un pò tutto l'apparato neuromuscolare degli arti bassi,ginocchia comprese.
E' comunque un attrezzo utile anche per chi corre in piano e su asfalto perchè il suo scopo è utile a tutti i tipi di podisti ed è valido anche per svolgere degli esercizi eccentrici al tendine d'Achille,si perchè anche lui ogni tanto si fà sentire,per fortuna sono fastidi non invalidanti ma che comunque non voglio trascurare per non incombere in problemi più seri,ho sempre ritenuto mooolto importante abbinare diversi esercizi alla corsa.

Per la parte tecnica,in queste ultime tre settimane ho corso prevalentemente in piano con diverse sedute con sterrato.
Un solo allenamento collinare,quello di ieri,un 26km collinare e dei tratti con terreno infangato che mi ha (ri)portato a (ri)assaporare le bellezze naturali in cui sono solito svolgere questo tipo di allenamenti,quelle dell'Oltrepo,nonostante ogni volta richiede una trasferta di 45/50' di macchina,ma non è mai tempo sprecato,si perchè le colline e la montagna non hanno una "loro" stagione ...tutto è talmente mutevole e ad ogni scenario, ad ogni colore del cielo e ad ogni temperatura non perdono nulla della loro maestosità e bellezza.

Nel dettaglio le settimane:

Dal 03/11  al 09/11

Lunedì: defaticamento 9km a 5/km
Martedì:
Mercoledì: 3km a 4'36+7 fm a 4'27" tot.10km+esercizi
Giovedì: fondo lento di 12 km a 4'48"+esercizi
Venerdì: fl+ 3x2000 a 4'/km rec.2' +defatic. tot.13km
Sabato:30'esercizi
Domenica: tapasciata a Pieve Albignola lungo lento/svelto di 21 km a 4'40"

totale: Km 65

dal 10/11 al 16/11

Lunedì:
Martedì: 9km fondo lento+esercfizi
Mercoledì: 3km fl+11km di medio a 4'27" tot.14km
Giovedì: fondo lento 10 km a 4'49"
Venerdì: 9km fondo lento+esercizi
Sabato:40'esercizi
Domenica: fondo medio di 18 km a 4'25"

Totale:Km 60

dal 17/11 al 23/11

Lunedì: 8km defaticanti a 5'07"+esercizi
Martedì: progr. 6km fl (4'50")+4km fm (4'28")+2km fv(4'05") tot.13km
Mercoledì:30' esercizi
Giovedì: 11 km fondo lento
Venerdì: 11km fondo svelto a 4'37"+esercizi
Sabato:
Domenica: Collinare misto trail :2km risc+ 26km a 5'24" 656D+ tot.28km

Totale: Km71

lunedì 3 novembre 2014

ECOMEZZA DEL BARBARESCO E DEL TARTUFO D'ALBA

Smaltito anche gli ultimi postumi di una brutta rinite che in qualche modo ha un pò rovinato la mia trasferta in toscana 15 gg. fà e che ha limitato i miei allenamenti anche nella settimana seguente,decido di partecipare all'Ecomezza del Barbaresco ad Alba(CN) con buoni propositi di correre una bella gara,sfruttando anche la preparazione svolta per la maratona che avrei dovuto correre in Toscana.
Corro questa ecomezza per la seconda volta,queste colline sono molto simili a quelle dell'Oltrepo pavese in cui sono solito allenarmi nei mesi primaverili ed estivi,inoltre ho un bel ricordo di questi passaggi tra i molteplici colori autunnali delle foglie delle vigne che vanno dal giallo/verdognolo del vitigno Nebbiolo al rosso scarlatto del Dolcetto.
Durante la fase di riscaldamento incontro il Blogger Marco (Gallodicorsa) " the giant trailer"  :-))  scambio con piacere quattro chiacchiere e poi via verso Piazza Duomo,luogo in cui si terrà la partenza.
Siamo in quasi 700 allo start,sold-out per quanto riguarda i pettorali sia della mezza (400)che della maratona(300),merito anche della Triangolo sport,la società organizzatrice dell'evento.
Fin dall'inizio decido di prendere un certo ritmo,
il tempo soleggiato e caldo non mi aiutano molto,personalmente sudo molto e prediligo i meteo più freddi,ma le gambe girano ed anche bene fin da subito,le salite sono tutte corribili e molte su asfalto,per me unica pecca di questo tracciato,decido di affrontarle senza risparmiandomi troppo,i battitti salgono inesorabili,a tratti rallento un pochino ma la voglia di spingere è tanta e sapendo che dopotutto il dislivello finale è di 400 D+ posso permettermi anche di farlo,inoltre capisco di sentirmi bene e di essere in una giornata di forma.
Solo una piccola crisi nell'ultima salita a 3km dal traguardo mi fà perdere il gruppetto di 5 podisti e rimango staccato,ma comunque giungo al traguardo 57mo su quasi 400 concorrenti in 1h 38'08"....20" meno della prestazione di due anni fà,11mo di categoria e tanta soddisfazione personale.

Scambio due parole anche con Franchino,re incontrastato di questa gara nelle passate edizioni e giunto secondo assoluto e via a cambiarmi subito,una tosse stizzosa mi assale,forse dovuta anche allo sforzo.

Dalla Toscana al Piemonte,dalla corsa nei grandi spazi aperti delle colline del Chianti a quella nelle colline un pò più spigolose ed altrettanto stupende delle Langhe(di recente entrate a far parte del patrimonio dell'Unesco)a cavallo tra le provincie di Cuneo ed Asti,confinanti con il Roero ed il Monferrato.....ma non cambia l'eccellenza della vigna.
Sia che fosse un Chianti sia che fosse un Barbaresco o Barolo,questi sono "tesori" tutti Italiani che soddisfano il piacere del buon bere inebriando mente e spirito,prodotti dell'eccellenza territoriale in cui,uniti alla buona tavola,ne fanno un motivo d'attrazione non solo sportiva,per un terzo tempo all'insegna del piacere culinario.



Nel dettaglio la settimana dal 20/10 al 26/10

Lunedì:
Martedì: fondo lento 11km a 4'48"+esercizi
Mercoledì:10 km fondo svelto a 4'35"
Giovedì:10 km fondo lento a 4'48"+esercizi
Venerdì: 11 km a fondo lento a 4'52"
Sabato:
Domenica: fl+4x3000 a 4'14" rec 3x1000 a 4'55" + defatic. tot. 21km

Totale km: 63 km

Settimana dal 27/10 al 02/11

Lunedì:
Martedì: 13km a 4'46"+esercizi
Mercoledì: fl+ 5x1000 a 3'59" rec. 4x400 a 4'58"+defatic. tot.14 km
Gioved':fondo lento di 12 km a 4'52"+esrcizi
Venerdì:40' esercizi
Sabato:
Domenica: Gara ad Alba(CN) ecomezza del tartufo e del Barbaresco 21km in 1h 38'08" 385D+

Totale km:60