Gli amici che mi hanno visitato

domenica 11 settembre 2016

LA MIA ESTATE

Tre mesi senza blog ma non senza corsa,anzi... è stata un'estate molto impegnativa con quasi 15000 mt. di dislivello tra luglio e agosto,una gara stupenda nell'Alessandrino di 26km e 1500D+ conclusa al quarto posto di categoria,una media di circa 65km a settimana con 3 lunghi da 35km e over 2000 D+ che diventano 4 se conto il Vigolana trail in Trentino corso a giugno.
Quando finalmente decidi di correre il tuo primo ultra trail,che avrei dovuto correre proprio ieri,ed una volta individuata la gara (Dolomiti di Brenta trail 45km e quasi 3000D+ ),gioco forza aumenta l'impegno per raggiungere l'obiettivo con tutto quello che ne consegue,sacrifici,dedizione,allenamenti orientati alla pura resistenza tralasciando quasi del tutto la velocità,rischio infortuni...ed è proprio quest'ultimo che in qualche modo ha vanificato quanto di buono fatto prima,un infortunio non da sovraccarico ma accidentale,un piede che ti scappa velocemente all'indietro su una salita ripida scivolosa esattamente un mese prima dell'appuntamento.
Stiramento di secondo grado nella parte finale del soleo,solitamente poco propensa ad un infortunio se non proprio per una veloce "stirata" dovuta ad uno scivolamento,per fortuna son solo 6mm di stiramento,15gg. di stop assoluto,ripresa graduale per una settimana,ecografia di controllo che sancisce che è quasi tutto a posto ma vivamente sconsigliato una corsa di circa 7h per cui gara cancellata.

Ma non ho comunque cancellato dalla mente quelle 4 volte in cui per oltre 5h mi trovavo a correre sulle montagne raschiando spesso il fondo del barile,mettendo a dura prova il mio fisico ormai non più giovanissimo,con oltre 2000mt.D+ (max 2300),dislivelli non certo esorbitanti ma che fino a pochi mesi fà avevo sempre escluso di fare,rimane il rammarico di non aver potuto esserci a quell'ultra che aspettavo fin dall'inizio dell'anno,ma in quei durissimi allenamenti su e giù con tantissima fatica e perseveranza io con la mia mente e le mie gambe....c'eravamo eccome. 

2 commenti:

  1. Peccato per gli infortuni, fanno parte del gioco (ne so qualcosa anch'io quest'anno...non ultima una attuale fascite plantare fastidiosa)...ma credo che nonostante il rammarico, tu sia felice degli allenamenti e delle esperienze estive, consapevole che l'appuntamento è solo rimandato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si contento di avercela fatta a svolgere allenamenti veramente duri e che stò in qualche modo pagando adesso con un calo di forma...per l'appuntamento rimandato dovrà scattare ancora la molla altrimenti nisba :-)

      Elimina