Gli amici che mi hanno visitato

domenica 22 gennaio 2017

TO BE CONTINUED....

Se ne và un altro anno,il decimo da quando indossai le prime scarpette da running,le Nike air Pegasus,acquistate alla Decathlon e da allora ne è stato consumato di tempo...e di scarpe.
Quello che non passa è sempre la voglia di correre,soprattutto in ambienti naturali,di faticare su e giù per colline e montagne,di mettermi sempre alla prova con nuove esperienze in nuovi posti e perchè no,anche in prove più difficili,di recente ho spento le 52 candeline ma se il fisico continuerà a sorreggermi,non ci penserò più di tanto alla mia età anagrafica.
Un 2016 ottimo con 12 gare all'attivo,trasferte in liguria,toscana,trentino,val d'aosta,piemonte ed emilia romagna,in particolare ricordo il trail dell'isola del Giglio,una gara spettacolare in un'isola "inospitale",disseminata di pietre su quasi tutto il percorso,ma di una bellezza unica,ma anche il trail del lago d'Orta merita una menzione per i paesaggi che offre alla vista dei trailer e poi il pico trail nella valle Imagna e poi Saint Vincent,posti differenti ma accomunati da bellezze naturali.
In totale quasi 3200km percorsi,52000 mt. di dislivello totale,tre podi di categoria e diversi ottimi piazzamenti,è stato un anno in cui ho "alzato"la mia asticella del dislivello toccando per diverse volte in gara e allenamento i 2000 e oltre D+.
Nell'ultima gara,corsa nella bergamasca il 20 novembre(32km 2200D+),le gambe hanno mostrato una non indifferente stanchezza per cui per circa un mese ho completamente lasciato perdere le salite,cercando di migliorare la velocità in piano,un pò trascurata negli ultimi tempi in quanto con gare quasi sempre di 35km circa con 1700/2000 D+ la resistenza aerobica diventa prioritaria,relegando il mantenimento della velocità a quegli allenamenti si di qualità ma senza che il fisico ne risenta troppo,in quanto il lungo lipidico aerobico è e rimane l'allenamento per eccellenza,ance con all'interno delle variazioni di ritmo.
Ed ora si guarda a questo 2017,nel frattempo dopo un mese di sosta dalla collina,ho ripreso da metà dicembre gli allenamenti collinari con tre lunghi,due dei quali da 38km,in vista della prima gara di quest'anno,il Brunello crossing,gara da 45km e 1500D+ il 12/02  a Montalcino(SI),è sempre un piacere correre nei fantastici paesaggi toscani,soprattutto nel senese,un trail lunghissimo senza obiettivi particolari,che considero una tappa di avvicinamento per un trail ancora un pò più lungo che si correrà,sempre in toscana ad aprile,vero obiettivo di questa prima parte dell'anno e chissà...forse anch'esso tappa di avvicinamento per un altro ancora più lungo,ma come sempre il miglior giudice sarà il tempo,importante sarà comunque quello di continuare un percorso fatto quasi sempre fino ad esso,un percorso...trail.


settimana dal 09/01 al 15/01

Lunedì:7 km lenti su tappeto(ghiaccio in strada)
giovedì: fl2km+11km a fondo medio a 4'28" su sterrato
venerdì:10 km lenti
domenica: lunghissimo trail 38km con 1260D+ in 3h 57'
tot. 68km

settimana dal 16/01  al  22/01

lunedì:10 km lenti
mercoledì: lungo lentissimo trail di 26km totali (di cui 4 iniziali su tappeto)
giovedì: fl2 km+corsa svelta di 11km a 4'34"
sabato:4km fl+ 22km a ritmo medio 4'28"/km su terreno misto
domenica: defaticante (ma nn troppo) di 9km a 5'04"/km

totale:84km